Guida Completa Prop Trading: Come Fare Profitto da Zero

Home»Articoli»Guida Completa Prop Trading: Come Fare Profitto da Zero
Businessman Looking At Graph On Computer Screen

Il mondo del Prop Trading, o trading proprietario, offre opportunità entusiasmanti per gli aspiranti trader che desiderano operare con capitale aziendale e partecipare attivamente ai mercati finanziari.

Si tratta di un’occasione perfetta per guadagnare rapidamente senza rischi per il proprio denaro.

Tuttavia, è necessario agire con consapevolezza, quindi serve una buona formazione iniziale.

Devono essere conosciuti i concetti più importanti per capire le dinamiche dei mercati e ottenere profitto.

Le Prop Firm sono società che mettono a disposizione il capitale e si accollano le eventuali perdite, ma non sono disponibili a concedere la gestione del denaro a chi non riesce a ottenere guadagni. Ecco perché è opportuno abbinare un corso formativo all’operatività.

Prop Trading: cos’è?

Per sapere cos’è il Prop Trading, bisogna partire dalla denominazione completa, ovvero proprietary trading.

È un’attività di trading finanziario in cui un individuo o un gruppo di trader operano utilizzando il capitale di una società o di un’azienda, invece di utilizzare il proprio denaro.

In altre parole, gli operatori non usano il proprio capitale personale, ma hanno accesso a risorse aziendali per eseguire transazioni sui mercati finanziari.

Questo tipo di trading è comunemente associato alle società di Prop Trading, anche chiamate Prop Firms o Prop House.

Tali aziende assumono trader esperti o in crescita e mettono a loro disposizione un capitale iniziale, strumenti di analisi avanzati, infrastrutture tecnologiche e un ambiente di trading professionale.

L’obiettivo principale dell’attività è generare profitti per la società.

I guadagni ottenuti dalle operazioni dei trader vengono divisi tra i trader stessi e la Prop House secondo un accordo prestabilito.

Questo crea un sistema in cui sia i trader che la società traggono vantaggio dal successo delle operazioni.

Fonte: https://risparmiandomelagodo.com/wp-content/uploads/2023/06/Screenshot-2023-06-04-alle-12.14.48.png

Chi è il Prop?

Il termine ”prop”, come accennato, è una forma abbreviata di ”proprietary”, che in inglese significa ”proprietario”.

Il prop trader è un individuo che lavora per una società di Prop Trading, utilizzando il capitale aziendale per eseguire operazioni sui mercati finanziari.

A differenza delle altre tipologie di trader che operano con il proprio denaro o con i soldi dei clienti, chi sfrutta la forma proprietary ha accesso al capitale della società per eseguire attività speculative e cercare di ottenere profitti per l’azienda stessa.

Gli operatori possono essere professionisti esperti o nella fase iniziale della carriera.

Le società assumono persone con diversi livelli di esperienza e competenza, poiché cercano di costruire un team diversificato di talenti per gestire una vasta gamma di strategie di trading.

Quindi gli incaricati lavorano spesso all’interno dell’ambiente di negoziazione dell’impresa, utilizzando le risorse tecnologiche e le analisi fornite dalla Prop House per prendere decisioni e agire.

Molti trader sono specialisti in specifici mercati finanziari o settori, e utilizzano strategie personalizzate per sfruttare opportunità di profitto.

Loro devono seguire rigorose politiche di gestione del rischio per proteggere il capitale della società e garantire che le operazioni siano eseguite in modo disciplinato e responsabile.

Il successo del prop trader è collegato al suo rendimento finanziario e alla sua capacità di generare profitti per la società di prop trading.

Fonte: https://howtotrade.com/wp-content/uploads/2022/08/Types-of-Proprietary-Trading-Firms.png

I benefici del Prop Trading

Le attività di Prop Trading portano a diversi vantaggi sia per i trader che per le società.

Benefici per i trader:

  • Accesso al capitale: gli operatori possono accedere a un capitale notevole, così da operare con dimensioni delle posizioni più ampie rispetto a quelle che potrebbero gestire con il proprio denaro.
  • Risorse e tecnologia: le società forniscono ai trader accesso a risorse avanzate come dati di mercato in tempo reale, software di analisi sofisticati e piattaforme di trading ad alte prestazioni.
  • Gestione del rischio: le Prop House spesso offrono linee guida e protocolli di gestione del rischio, aiutando i trader a sviluppare una strategia più solida.

Vantaggi per le società:

  • Diversificazione delle strategie: avendo un team di trader diversificato, le Prop House possono sfruttare una vasta gamma di strategie di trading per ridurre il rischio complessivo e ottimizzare i rendimenti.
  • Redditività: se i trader sono competenti e generano profitti, la società guadagna dal successo delle operazioni.
  • Selezione dei trader: si concentra su operatori con le migliori competenze e risultati positivi, al fine di costruire un team di talento.

Fonte: https://ftmo.com/wp-content/uploads/2023/05/Broker-or-prop-trading-firm_-Which-is-better_-IT-1.jpg

Come funzionano le Prop Trading?

Una volta visto Prop Trading cosa significa, è opportuno conoscere il funzionamento delle società e delle dinamiche.

Le aziende sono come intermediari finanziari che offrono capitale aziendale e infrastrutture tecnologiche avanzate ai propri trader.

Il processo interno segue un iter ben preciso:

  • Selezione dei trader: le società cercano trader competenti e talentuosi per inserirli in squadra. Possono assumere trader esperti con un track record di successo o anche trader inesperti ma promettenti, fornendo loro una formazione adeguata.
  • Capitale: una volta selezionati, i trader ricevono un capitale iniziale dalla società con cui possono operare sui mercati finanziari. Non si usa il denaro personale del trader.
  • Utilizzo di risorse avanzate: vengono messe a disposizione piattaforme di trading sofisticate, dati di mercato in tempo reale, notizie finanziarie e strumenti di analisi tecnica.
  • Definizione delle regole di trading: le aziende stabiliscono spesso regole di trading interne e politiche di gestione del rischio. I trader devono seguire queste regole e protocolli appositi per mantenere un approccio coerente e responsabile alle negoziazioni.
  • Divisione dei profitti: i guadagni ottenuti dalle operazioni dei trader vengono divisi tra i trader stessi e la società. Esiste un accordo prestabilito tra la Prop House e i trader per quanto riguarda la percentuale di profitti che verrà condivisa.
  • Gestione del rischio: si implementano rigorose politiche di gestione del rischio per proteggere il capitale aziendale e ridurre le perdite.
  • Monitoraggio delle prestazioni: le società monitorano attentamente le prestazioni dei trader per valutare il loro successo e le loro competenze. Gli operatori devono dimostrare costantemente la loro capacità di generare profitti in modo coerente.
  • Formazione e sviluppo: le Prop Firm offrono spesso programmi di formazione e sviluppo per i trader in modo da migliorare le loro competenze e capacità di trading.

I profitti per i trader con le Prop Firm

I guadagni possono arrivare dal FX Prop Trading o dall’utilizzo di altri strumenti finanziari.

Questa è la prima variabile da tenere in considerazione nell’ottenimento dei risultati.

Infatti, i profitti possono essere altissimi, bassi o nulli, ma non è solo l’andamento del mercato a influire, ci sono fattori essenziali.

  • Divisione dei profitti: le società siglano un accordo con i trader per dividere i profitti generati dalle operazioni di trading. L’intesa può variare in ogni contesto, ma solitamente prevede una percentuale dei ricavi che spetta all’operatore e una percentuale trattenuta dall’azienda. La determinazione della parte spettante al trader dipende da esperienza, competenza e risultati ottenuti.
  • Performance del trader: i profitti dei trader dipendono direttamente dalla loro capacità di generare rendimenti positivi dalle operazioni di trading. Chi ottiene risultati più consistenti e redditizi accumula guadagni maggiori.
  • Livello di esperienza: i trader con una comprovata esperienza e una buona track record potrebbero essere in grado di negoziare condizioni di profit sharing più vantaggiose con la società. Una volta dimostrata la loro capacità di generare profitti in modo coerente, potrebbero ottenere una maggiore percentuale dei guadagni.
  • Dimensione delle operazioni: influisce direttamente sui profitti ottenuti. I trader che gestiscono posizioni più grandi possono generare profitti più elevati, ma devono anche essere consapevoli dei maggiori rischi associati alle operazioni di tale portata.
  • Politiche di gestione del rischio: gli operatori che adottano una gestione del rischio disciplinata e responsabile hanno maggiori probabilità di proteggere il capitale aziendale e ottenere risultati sostenibili nel lungo termine.
  • Performance complessiva della Prop Firm: la performance generale della società influisce sulla disponibilità di capitale e risorse per i trader. Le aziende più redditizie avranno maggiore disponibilità di denaro da investire, il che potrebbe tradursi in maggiori opportunità di trading e potenziali profitti più elevati per i trader.

Quanto si guadagna con le Prop?

Il Prop Trading in Italia è in forte espansione, ma non si può determinare il guadagno dei trader e neppure quello delle società.

Infatti, le variabili viste in precedenza contribuiscono a determinare il profitto, che viene poi suddiviso secondo fattori specifici stabiliti dal rapporto tra l’azienda e l’operatore.

Per questa ragione, il guadagno può essere molto alto o particolarmente basso.

Va tenuto presente che il test Prop Trading svolto dalle imprese serve a verificare le competenze del trader per poter accordare una certa percentuale.

Chi ha più esperienza e ottiene migliori risultati può avere una percentuale più elevata rispetto a quella destinata a un operatore principiante.

Vuoi fare trading e guadagnare soldi reali senza rischiare il tuo capitale?

Le Prop House di trading in Italia: come aprirne una

La Prop House è la società che mette il capitale e attiva un accordo con i trader per far fruttare il denaro investito, mettendo a disposizione infrastrutture e strumenti adeguati ad analizzare il mercato.

Si tratta di una vera e propria opportunità per i trader, ma anche per i proprietari, che possono diversificare le strategie e ottenere profitti dalla compravendita degli asset.

Chi desidera aprire una Prop House di trading deve effettuare un’attenta pianificazione, seguendo una serie di passaggi chiave.

Ci sono procedure specifiche che aiutano ad avviare l’attività senza problemi e, soprattutto, nel pieno rispetto delle leggi e delle regolamentazioni di riferimento:

  • Pianificazione del business: bisogna definire la strategia commerciale, il mercato di riferimento e le risorse finanziarie necessarie. Si crea un piano aziendale dettagliato per guidare l’attività.
  • Scelta della struttura giuridica: va decisa la forma giuridica della Prop House. Le opzioni comuni includono società a responsabilità limitata (SRL) o società per azioni (SPA). Successivamente, si registra l’azienda presso il registro delle imprese competente.
  • Registrazione e autorizzazioni: dopo aver iscritto l’impresa all’apposito registro, si deve fare richiesta delle relative autorizzazioni necessarie dalle autorità di vigilanza finanziaria, ovvero alla Consob. Ottenuta la documentazione dall’organismo di controllo, si può iniziare a operare.

Ecco cosa serve per aprire una Prop Trading in Italia in termini di dotazioni e azioni da intraprendere:

  • Capitale iniziale: bisogna determinare la quantità di denaro da destinare all’inizio delle operazioni. I fondi sarà vengono utilizzati per fornire risorse ai trader che lavorano per la Prop House.
  • Selezione dei trader: ci si deve affidare a professionisti qualificati, esperti e competenti che assumono la responsabilità della gestione del capitale aziendale. Meglio assicurarsi di scegliere trader con una comprovata track record e competenze di trading solide.
  • Politiche di profit sharing: vanno stabilite modalità di suddivisione dei profitti generati dalle operazioni dei trader, per ricompensare gli operatori che fanno crescere il capitale aziendale. Servono accordi chiari e trasparenti che motivino i trader a ottenere risultati positivi.
  • Infrastruttura tecnologica: è opportuno investire in piattaforme di trading sofisticate e infrastrutture di ultima generazione per supportare i trader e permettere loro di svolgere l’attività in modo efficace.
  • Gestione del rischio: si devono implementare rigorose politiche di gestione del rischio per proteggere il capitale aziendale e ridurre le perdite. In questo modo si mantiene la sostenibilità dell’attività di investimento.
  • Monitoraggio e valutazione delle prestazioni: bisogna verificare i risultati ottenuti dai trader, così da stabilire eventuali cambiamenti e mantenere un approccio trasparente e basato sul merito per garantire che gli operatori siano adeguatamente ricompensati in base alle loro performance.
  • Formazione e sviluppo: è bene offrire programmi di formazione e sviluppo per i trader, così da consentire loro di migliorare le competenze e capacità di trading. Investire nella formazione dei trader può contribuire al successo a lungo termine della Prop House.
  • Compliance e normative: vanno sempre rispettate tutte le normative e le leggi finanziarie vigenti, non solo all’atto dell’avvio dell’attività.

Se si vuole aprire una Prop Trading Firm, è bene sapere che è essenziale lavorare con professionisti legali e finanziari qualificati per rispondere ai requisiti previsti dalle leggi italiane in materia finanziaria.

In questo video c’è una panoramica completa sulle Prop House, con l’illustrazione approfondita dei meccanismi di funzionamento:

Come pagano le Prop Firm?

Le modalità di pagamento delle Prop Firm possono variare da una società all’altra, ma solitamente ci sono diverse opzioni di retribuzione per i trader che operano all’interno di queste aziende.

La prima è la condivisione dei profitti, ovvero la suddivisione dei ricavi generati dalle operazioni di trading tra i trader e la società.

Un’altra formula è il salario fisso pagato periodicamente al trader, indipendentemente dalle prestazioni di trading.

Questo tipo di retribuzione può fornire un certo livello di sicurezza finanziaria agli interessati, ma potrebbe essere associato a condizioni di profit sharing meno favorevoli.

In alternativa si applicano commissioni basate sulle commissioni generate dalle operazioni di trading.

Tale metodo può essere un modo per incentivare i trader a negoziare volumi più elevati e a ottenere più commissioni per la società.

Si può anche decidere di offrire bonus e premi aggiuntivi ai trader in base alle loro prestazioni di trading.

Tra le forme di pagamento sono inclusi anche gli incentivi per il rischio assunto, a fronte del raggiungimento di un profitto significativo. Si assicura un’opportunità più redditizia per invogliare l’operatore a non limitarsi di fronte a determinati rischi.

Inoltre, alcune società di Prop Trading offrono la possibilità di crescita professionale ai trader di successo.

Ciò potrebbe comportare promozioni a ruoli di gestione o possibilità di diventare partner della società.

Creare il proprio indicatore di trading

Per creare il proprio indicatore trading è necessario avere competenze specifiche, ma adottare un sistema personalizzato, oltre a portare soddisfazione, consente di creare una strategia di analisi tecnica su misura.

Si tratta di mettere a punto strumenti matematici utilizzati per esaminare i dati di mercato e identificare pattern, tendenze o segnali di trading. Ci sono alcuni passaggi da seguire per facilitarsi il compito.

  • Definire l’obiettivo dell’indicatore: bisogna decidere cosa si vuole ottenere dall’indicatore, ad esempio identificare punti di ingresso o uscita, misurare la forza di una tendenza o individuare segnali di inversione di tendenza.
  • Scegliere una formula matematica: serve a raggiungere l’obiettivo, quindi si può ricorrere alle formule comuni come medie mobili, oscillatori, bande di Bollinger, Moving Average Convergence Divergence o creare una formula personalizzata.
  • Utilizzare un software di analisi tecnica: che si può creare attraverso piattaforme di trading come MetaTrader, TradingView o altre.
  • Implementare la formula: va tradotta nel linguaggio di programmazione del software utilizzato.
  • Test e ottimizzazione: da effettuare su dati storici per valutare la sua efficienza e precisione e quindi apportare migliorie.
  • Validare l’indicatore con dati reali: prendendo dati di mercato in tempo reale, così da accertarsi della sua utilità e accuratezza. Bisogna evitare l’overfitting, ovvero l’ottimizzazione dell’indicatore solo sui dati storici senza tener conto delle variazioni future del mercato.
  • Aggiornamenti e miglioramenti: l’indicatore va sempre mantenuto aggiornato e aperto a miglioramenti, anche con modifiche che rispecchino le nuove condizioni di mercato.
  • Considerare la comunità di trader: se il proprio indicatore è utile e innovativo, lo si può condividere con la comunità di trader attraverso forum, social media o altre piattaforme, così da ricevere feedback e opinioni.

Vuoi fare trading e guadagnare soldi reali senza rischiare il tuo capitale?

Le migliori sfide nel Prop Trading

Il Prop Trading best challenge è rappresentato da una serie di sfide da affrontare da ogni trader durante il suo percorso professionale. Gli ostacoli richiedono competenze, disciplina e una strategia di trading solida.

Ma quali sono gli aspetti critici da superare?

  • Controllo delle emozioni: va di pari passo con il rischio e fa parte integrante della sua gestione. I mercati finanziari possono essere estremamente volatili e imprevedibili, causando forti emozioni nei trader. Mantenere il controllo, evitando che sentimenti come la paura e l’avidità possano prendere il sopravvento, è essenziale per prendere decisioni di trading razionali e basate sulla logica.
  • Capacità di adattamento: gli improvvisi, imprevisti e repentini cambiamenti che riguardano ogni mercato finanziario obbligano i trader a dover adattare le loro strategie di negoziazioni, in modo da adeguare l’attività alle nuove condizioni e ai diversi scenari economici.
  • Pressione per i risultati: nei Prop Trading, i trader sono spesso soggetti a pressioni per ottenere risultati e generare profitti in modo coerente. Questa pressione può essere una sfida emotiva e comportare un maggiore stress, ma non bisogna mai cedere.
  • Competizione: fare trading con le Prop House significa operare in un ambiente altamente competitivo. Gli operatori devono quindi dimostrare le proprie competenze e performance per rimanere competitivi e mantenere la loro posizione all’interno della società con cui collaborano.
  • Costante apprendimento: la costante evoluzione dei mercati finanziari richiede capacità di reazione. I trader devono impegnarsi nella formazione continua per rimanere aggiornati sulle nuove tendenze, strategie di trading e notizie che possono influenzare i mercati stessi.

Ricava fino all’80% dei profitti con il Prop Trading. Scopri di più

Glossario

Prop Trading

Trading proprietario, in cui i trader operano con il capitale dell’azienda.

Prop House

Una società di Prop Trading che fornisce capitale e risorse ai propri trader.

Indicatore di trading

Strumento analitico utilizzato dai trader per identificare opportunità di trading.

FX Prop Trading

Prop Trading sul mercato delle valute estere.

Prop Trading CFD Sistematico

Prop Trading basato su contratti per differenza con strategie sistematiche.

Test Prop Trading

Test per valutare le competenze di un trader prima di essere assunto in una Prop House.

Corso completo di Day Trading

Fai trading e guadagna soldi reali senza rischiare il tuo capitale

Tu fai trading, noi mettiamo i capitali e ci dividiamo i profitti. Ti porti a casa fino all’80% dei profitti realizzati in base alla tipologia del conto che scegli.

Diventa un Prop Trader

0Commenti

    Lascia un commento