3 strategie operative di Swing Trading

Home»Articoli»3 strategie operative di Swing Trading
Strategie di Swing Trading

In questo articolo andremo a vedere nello specifico uno stile di trading: lo Swing Trading, successivamente osserveremo la pianificazione di un trade ed alcune strategie di Swing Trading.

Lo swing trading è uno stile di trading che si pone in una posizione intermedia tra il buy and hold e il day trading, quindi chi fa swing trading cerca di individuare le oscillazioni del mercato, opera in trend e mantiene aperte le posizioni per un periodo solitamente non superiore a qualche giorno o qualche settimana.

Gli swing del mercato (di un qualsiasi strumento finanziario) sono rappresentati graficamente come delle correzioni, solitamente brevi, all’interno di un trend ben definito.

L’obiettivo dello swing trader è avere dei punti di ingresso ben definiti da pattern che hanno buone probabilità di successo individuabili nel momento in cui il trend riprende dopo una pausa e dei livelli di stop loss ben identificabili graficamente sotto/sopra i minimi/massimi dello swing.

Andiamo ora ad osservare i vantaggi e gli svantaggi di questo stile di trading.

Tra i vantaggi abbiamo:

  • A differenza del day trading lo swing trading mantiene le posizioni aperte diversi giorni e va alla ricerca di un rapporto/rischio rendimento sicuramente maggiore
  • La possibilità di pianificare il trade a mercati chiusi consente di evitare lo stress di osservare la volatilità dei movimenti infragiornalieri che può far perdere lucidità al day trader

Tra gli svantaggi abbiamo:

  • Spesso è necessario avere molta pazienza per pianificare il trade quindi potrebbero esserci lunghi periodi di inattività difficili da sopportare
  • Rispetto al trading intraday può risultare noioso e ripetitivo

La pianificazione di un trade

La pianificazione di una trade di Swing Trading viene fatto attraverso queste fasi:

  1. Identificazione del trend
  2. Identificazione dello swing (pull-back)
  3. Identificazione del pattern
  4. Analisi del money management e risk management

1.I modi per identificare un trend possono essere:

  • Osserviamo la sequenza di minimi e massimi
  • Osserviamo l’ordinamento e l’inclinazione di determinate medie mobili
  • Osserviamo l’andamento di determinati indicatori
  • Osserviamo pattern grafici che confermino la direzione dei prezzi

2.Per definire correttamente uno swing (o pull-back) sarà necessario:

  • Misurare la profondità del ritracciamento aiutandoci con un indicatore (ad esempio: Fibonacci)
  • Osservare la durata del ritracciamento e i movimenti che lo compongono
  • Osservare l’andamento dei volumi

3.Pattern di ingresso

Una volta che abbiamo stabilito la forza del trend sottostante e individuato il pull-back dobbiamo attendere il completamento di un pattern per determinare punto d’ingresso e stop loss per poi successivamente entrare a mercato.

4.Stabilire il target

Una volta individuato il punto di ingresso e lo stop loss, dobbiamo andare a stabilire il nostro target.

Per fare questo dobbiamo andare ad individuare un’area di prezzi che in passato è stata “sentita” dagli operatori finanziari.

Se il titolo si trova invece in territori inesplorati possiamo aiutarci con indicatori specifici per individuare obiettivi di prezzo.

Una volta definiti stop loss e target potremmo valutare se l’ipotetica operazione rispetta un livello di rischio/rendimento accettabile.

Se la risposta è positiva dovremo decidere la porzione del nostro capitale da investire per rispettare due vincoli importanti:

  • la percentuale massima di perdita del nostro capitale stabilita a priori
  • l’ammontare massimo di capitale da impiegare in un singolo trade

Vuoi fare trading e guadagnare soldi reali senza rischiare il tuo capitale?

3 strategie di Swing Trading

Detto questo ora andremo a vedere 3 strategie dei più famosi Trader di Swing Trading della storia:

  • Dave Landry, autore del Trend Knockout
  • Linda Raschke, autrice del Sacro Graal
  • Larry Williams, autore dell’Oops di Williams

1° strategia di Swing Trading: Trend Knockout (TKO) di Dave Landry

Le regole del Trend Knockout (TKO) di Dave Landry, per le posizioni in acquisto, sono:

  • Il mercato deve essere in trend, ovvero ADX(14) > 30 e +DMI > -DMI
  • Il mercato deve violare il minimo delle ultime due barre
  • Inserire un ordine di acquisto per il giorno seguente alla violazione del massimo odierno (valido per massimo due giorni)
  • Fissare uno stop loss al di sotto della barra di Knockout
  • I TKO’s secondo Dave Landry permettono di identificare quei trend dai quali le “mani deboli” vengono buttate fuori da minimi movimenti di ritracciamento (piccole prese di beneficio).

2° strategia di Swing Trading: Sacro Graal di Linda Raschke

Ora parleremo inizialmente di Linda Raschke, una famosa trader che prevedeva per la sua operatività alcune tecniche di trading basate sui ritracciamenti di un titolo in forte trend, il Sacro Graal.

La tecnica di cui parleremo è stata descritta nel libro “Street Smarts” pubblicato la prima volta nel 1995.

Le regole del Sacro Graal, per le operazioni rialziste, sono:

  • Il mercato deve essere in trend, ovvero ADX(14) > 30 e crescente con +DMI > -DMI
  • Si verifica un ritracciamento verso la media mobile esponenziale a 20 periodi (ema 20)
  • Quando il prezzo colpisce la ema, inserire un ordine di acquisto stop il giorno dopo al di sopra del massimo della barra precedente
  • Una volta eseguiti, collocare lo stop loss al di sotto del minimo del movimento di swing
  • Il pattern prevede di prendere profitto in corrispondenza del precedente massimo del titolo dal quale è partito il ritracciamento.

3° strategia di Swing Trading: OOPS di Larry Williams

Larry Williams è un altro famosissimo trader attivo tra gli anni ‘80 e gli anni ‘90.

La sua celebrità è dovuta in particolare per la vittoria al campionato del mondo di trading nella categoria “futures” nel 1987 quando riuscì ad ottenere una performance dell’ 11.376% in 12 mesi che gli permise di portare il capitale iniziale di 10.000 usd al valore finale di oltre 1.100.000 usd.

Uno dei suoi pattern più famosi è sicuramente l’OOPS.

Si tratta di un pattern su time frame daily, che cerca di sfruttare la risposta eccessivamente emotiva degli operatori ad una news e/o ad un dato macroeconomico, cui fa seguito una reazione altrettanto forte e contraria che si traduce in un gap tra la chiusura della barra precedente e l’apertura della barra attuale.

Vediamo le regole del pattern per un ingresso rialzista:

  • Apertura inferiore al minimo del giorno precedente
  • Dopo l’apertura in gap, il prezzo deve invertire la direzione, recuperare il minimo del giorno precedente e cominciare a salire abbastanza velocemente in direzione opposta rispetto all’ apertura
  • Il pattern prevede un’entrata al rialzo non appena il prezzo recupera il minimo del giorno precedente.

E con quest’ultima strategia si conclude questo articolo sullo Swing Trading, spero che ti sia piaciuto e ti sia stato d’aiuto, per adesso ti saluto e ti auguro buon trading!

Corso completo di Day Trading

Fai trading e guadagna soldi reali senza rischiare il tuo capitale

Tu fai trading, noi mettiamo i capitali e ci dividiamo i profitti. Ti porti a casa fino all’80% dei profitti realizzati in base alla tipologia del conto che scegli.

Diventa un Prop Trader